diredonna network
logo
Stai leggendo: È morto Nelson Mandela

"Mi fanno paura gli uomini che..." quel messaggio di Maria, uccisa dall'ex

"Non accettiamo animali e gay", ma "scusate se sembro troglodita"

Muore a 8 anni mentre va al concerto: le parole di Tiziano Ferro

"Non posso immaginare un mondo senza di te": il cantante dei Linkin Park suicida come Chris Cornell

La ginnasta: "Abusata per almeno 600 volte dai 13 anni dal medico sportivo"

"Mi staccava la pelle a morsi e mi strappò l'utero": quando la violenza è "normale"

Si scatta un selfie con la sorella che sta partorendo e lo posta con queste parole

"Vi racconto la mia vita con un solo seno"

Quel bacio tra la sieropositiva e il dottore: "La mia vita con l'HIV"

William e Harry: "Mamma sapeva che la vita vera è fuori dalle mura del Palazzo"

È morto Nelson Mandela

Muore a 95 anni il primo Presidente Nero del Sudafrica il triste annuncio dato dalla Presidenza Sudafricana commuove tutto il mondo
fonte web
fonte web

È morto Nelson Mandela ex Presidente del Sudafrica e grande attivista politico che lottò strenuamente per la fine dell’apartheid nel suo Paese. A dare la triste in diretta Tv il Presidente del Sudafrica Zuma.

Mandela nato il 18 luglio 1918 fu il primo presidente nero ad essere eletto direttamente dal popolo sudafricano subito dopo la fine dell’apartheid che relegava la popolazione nera del Sudafrica a cittadini senza alcun diritto.  Insignito del premio Nobel per la pace nel 1993 insieme al suo predecessore Frederik Willem de Klerk.

Nel 1961 Mandela divenne comandante dell’ala armata Umkhonto we Sizwe dell’ANC (“Lancia della nazione”, o MK), della quale fu co-fondatore. Coordinò la campagna di sabotaggio contro l’esercito e gli obiettivi del governo, ed elaborò piani per una possibile guerriglia per porre fine all’apartheid.  Nell’agosto 1962fu arrestato dalla polizia sudafricana e fu imprigionato per 5 anni con l’accusa di viaggi illegali all’estero e incitamento allo sciopero.

Dopo vari processi, accuse e rinunce di grazia, Mandeal fu liberato l’11 Febbraio del 1990 su ordine diretto dell’allora Presidente Frederik Willem de Klerk che pose così fine apartheid e portò Mandela alla guida del Pese dal 1994 al 1999 traghettando così il Sudafrica in una vera democrazia.

Il 27 giugno 2008 a Londra ad Hyde Park, si tenne un grande concerto per ricordare i suoi novant’anni, il suo impegno nella lotta contro il razzismo e il suo contributo alla lotta contro l’AIDS. A sorpresa Nelson Mandela volle essere presente  accolto da una straordinaria ovazione di circa 500 000 persone. Ai lati del palco campeggiava il numero 46664, il numero che era scritto sulla sua divisa durante la permanenza in carcere.

Il 18 luglio 2009, giorno del suo novantunesimo compleanno, si tenne al Radio City Music Hall di New York (USA) il “Mandela Day” riservatogli  da grandi personalità dello spettacolo, della politica e della cultura mondiale (tra cui Carla Bruni col marito Nicolas Sarkozy, Stevie Wonder, Aretha Franklin, Gloria Gaynor, l’italiano Zucchero, ecc.)

Mandela sarà ricordato in tutto il mondo per la grande personalità, per le lotte a favore dei diritti umani e per aver cambiato l’intero corso non solo della sua nazione ma di tutto il popolo africano.