diredonna network
logo
Stai leggendo: Non riceve l’sms della fidanzata: era morta in un incidente

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

La vita in Nord Corea: "A 9 anni ho visto giustiziare una donna per aver visto un film di Hollywood"

"Questa è mia figlia poco prima di morire": il disperato gesto di un padre contro il bullismo

Perdono i genitori in una settimana: il mondo si mobilita per pagare il mutuo ai tre fratelli

"Lui, il grande fotografo, che mi fotografava bambina e mi stuprava"

Non riceve l'sms della fidanzata: era morta in un incidente

Il fidanzato non riceve il classico messaggio della buonanotte e preoccupato esce a cercare la sua compagna.Un'angosciante scoperta che distrugge l'uomo e un'intera famiglia.
maria-gaetani

Maria Gaetani era solita inviare un messaggio al fidanzato quando rientrava a casa ma questa volta il messaggio non è arrivato e lui va a cercarla, trovandola priva di vita in un terribile incidente stradale. Maria avrebbe compiuto 29 anni giovedì e lo schianto mortale è avvenuto a pochi chilometri da casa.

Un botto che alle 2,30 del mattino non ha lasciato scampo alla giovane. Della sua Fiat Punto non è rimasto altro che un groviglio di lamiere.

Sulla strada provinciale 62 (Strada Nuova)che da La Salute di Livenza porta a Caorle, Maria ha perso il controllo dell’auto, schiantandosi sul muretto di un ponticello, finendo nel canale che costeggiata la strada.

Preoccupato per quell’sms che non arrivava, il fidanzato ha provato più volte a telefonarle, senza avere risposte. Quel terribile presagio che alla ragazza potesse essere successo qualcosa lo ha convinto a salire in auto e a percorrere la stessa strada che Maria faceva per rincasare. Alle 5 del mattino circa ha notato l’auto della fidanzata.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del Suem, partiti dal punto di primo intervento di Caorle, con i vigili del fuoco e i carabinieri della Radiomobile. La giovane era incastrata in ciò che rimaneva dell’abitacolo, con l’auto praticamente sommersa dall’acqua. I soccorritori sono riusciti a liberarla e a portarla a riva. Ma tentare di salvarla è stato inutile. La giovane era morta sul colpo. 

Ad attendere Maria a casa c’erano i genitori, Egidio e Fiorella Catto, con i fratelli della vittima, Marta, Elisa, Pietro e Paola.