diredonna network
logo
Stai leggendo: Reggio Emilia shock: crocifissa una bambola gonfiabile nel santuario

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

La vita in Nord Corea: "A 9 anni ho visto giustiziare una donna per aver visto un film di Hollywood"

"Questa è mia figlia poco prima di morire": il disperato gesto di un padre contro il bullismo

Perdono i genitori in una settimana: il mondo si mobilita per pagare il mutuo ai tre fratelli

"Lui, il grande fotografo, che mi fotografava bambina e mi stuprava"

Reggio Emilia shock: crocifissa una bambola gonfiabile nel santuario

Shock a Reggio Emilia: il santuario di Scandiano è stato profanato con la crocifissione di una bambola gonfiabile. Si cerca il responsabile. Paese in rivolta.
bambola-crocifissa-santuario

In provincia di Reggio Emilia, precisamente a Scandiano, qualcuno si è divertito a profanare il santuario del Monte Evangelo. Al posto del Cristo sulla croce, è stata messa una bambola gonfiabile con la bocca tappata da del nastro adesivo.

Daniele Margini, ex calciatore dilettantistico, ha scoperto il tutto e ha immediatamente scattato una fotografia, postandola sul suo profilo facebook. “Ho deciso di fare un giro in bici e quando sono arrivato in cima stavo per voltare la bicicletta e tornare giù, ma ho notato qualcosa di strano su una croce  mi sono fermato, e ho visto una bambola gonfiabile con un nastro adesivo intorno alla bocca. Devo ammettere che mi sono fatto una bella risata perché ho pensato che fosse uno scherzo di qualcuno. Ho fatto un paio di foto e poi me ne sono andato.” ha raccontato l’uomo.

santuario-crocifissione