diredonna network
logo
Stai leggendo: 18enne stuprata dal padre: lei si fa giustizia da sola e lo decapita.

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

Cynthia Nixon come "Miranda": da Sex & The City alla politica

Look da fata dai capelli turchini per Rihanna

Il papà denuncia la mamma no-vax: la parola passa al tribunale

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

Il messaggio di Emma per l'amica Stefy, la mamma di Bea

Scuola: al via i Licei brevi, 4 anni invece di 5

È morta la mamma di Bea, la bambina prigioniera del suo corpo

Questo è il primo emoji della storia: ha 3700 anni la "faccetta" più antica

Itzel, la ragazza di 15 anni che ha ucciso il suo stupratore, è stata assolta

18enne stuprata dal padre: lei si fa giustizia da sola e lo decapita.

Una notizia shock che si aggiunge ad altri casi di vittime che si fanno giustizia da sole. Una 18enne, dopo essere stata violentata ripetutamente dal padre, ha deciso di vendicarsi decapitandolo.
violenza

Una ragazza di 18 anni originaria della Nuova Guinea, dopo essere stata violentata ripetutamente dal padre, ha deciso di vendicarsi, decapitandolo.

La notizia shock è stata riportata da un quotidiano locale che ha precisato che i capi del villaggio si sono rifiutati di consegnare l’assassina alla Polizia poichè la vittima si è meritata la sua punizione. Secondo il Post-Courier infatti la settimana scorsa la giovane ragazza era stata violentata più e più volte dal padre quarantenne che approfittava spesso dell’assenza della madre e dei fratelli. 

“La ragazza ha fatto ciò che ha fatto a causa delle cattive azioni del padre, che l’ha traumatizzata. È per questo che abbiamo deciso che resterà nel villaggio” ha deciso il pastore Lucas Kumi.

L’ennesimo caso di una giustizia fai da te.