diredonna network
logo
Stai leggendo: Lidl shock: tarantola nella confezione di banane

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

Cynthia Nixon come "Miranda": da Sex & The City alla politica

Look da fata dai capelli turchini per Rihanna

Il papà denuncia la mamma no-vax: la parola passa al tribunale

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

Il messaggio di Emma per l'amica Stefy, la mamma di Bea

Scuola: al via i Licei brevi, 4 anni invece di 5

È morta la mamma di Bea, la bambina prigioniera del suo corpo

Questo è il primo emoji della storia: ha 3700 anni la "faccetta" più antica

Itzel, la ragazza di 15 anni che ha ucciso il suo stupratore, è stata assolta

Lidl shock: tarantola nella confezione di banane

Una tarantola nella confezione di banane. È successo ad un supermercato Lidl.
tarantola-banane

Un uomo di 42 anni è rimasto scosso dopo l’incontro con una grande tarantola. Un incontro avvenuto in un supermercato, in una confezione di banane. I membri del personale del punto vendita sono stati chiamati al reparto frutta dove hanno iniziato a cercare l’animale.

L’uomo, Mark D., residente in una cittadina a sud-est di Londra ha dichiarato:

“Sono andato in negozio e ho preso un paio di articoli. Poi sono andato nel reparto frutta e ho preso delle banane. Fino a quando ho capito che una tarantola penzolava dalle banane che avevo preso. Era pelosa. Era abbastanza spaventosa. Ho scosso la banana e la tarantola è caduta nella scatola”.

Ha aggiunto che avrebbe continuato a fare acquisti presso il negozio vicino casa sua, ma ha anche detto: Credo che non comprerò le banane per un paio di settimane”.

Tutto il personale del Lidl ha speso la mattinata a cercare il ragno e alla fine son riusciti a trovarlo e intrappolarlo in una scatola.

Un portavoce di Lidl ha detto: “Posso confermare che un ragno non ancora identificato è stato scoperto presso il nostro negozio di Sydenham questa mattina. Il ragno è stato poi catturato dai membri del nostro staff e collocato in un dispositivo di smaltimento dei rifiuti  in modo da garantire la sicurezza dei nostri clienti. La RSPCA è stata informata e siamo in attesa di raccomandazioni dal loro personale.”