diredonna network
logo
Stai leggendo: Allarme bomba: in realtà è il Gps installato da un marito geloso

Chi vorrebbe ricevere una proposta di matrimonio da Starbucks come questa

Caso Diele: Ilaria non è morta perché "la giornata in cui fai una cazzata capita a tutti"

"Mi fanno paura gli uomini che..." quel messaggio di Maria, uccisa dall'ex

"Non accettiamo animali e gay", ma "scusate se sembro troglodita"

Muore a 8 anni mentre va al concerto: le parole di Tiziano Ferro

"Non posso immaginare un mondo senza di te": il cantante dei Linkin Park suicida come Chris Cornell

La ginnasta: "Dai 13 anni sono stata abusata più volte dal medico sportivo"

"Mi staccava la pelle a morsi e mi strappò l'utero": quando la violenza è "normale"

Si scatta un selfie con la sorella che sta partorendo e lo posta con queste parole

"Vi racconto la mia vita con un solo seno"

Allarme bomba: in realtà è il Gps installato da un marito geloso

La gelosia a volte è talmente forte che porta a gesti estremi... che fortunatamente si rivelano anche buffi.
gelosia-uomo

 

Nel parcheggio di un ipermercato della Capitale è scattato l’allarme bomba. Una paura immediatamente rivelatasi infondata dato che altro non era che un goffo tentativo di un marito geloso. La vigilanza si era accorta che due uomini, prima di dileguarsi, avevano applicato un dispositivo con delle batterie nella parte posteriore di una macchina. Subito è scattato l’allarme con l’arrivo di carabinieri e artificieri. 

Il rischio bomba è stato immediatamente scongiurato. Grazie alle immagini e al rilevamento del segnale tramite una sim card i militari della Compagnia di Tivoli sono risaliti a due persone riprese nel video: due italiani, uno dei quali convinto che la moglie lo tradisse. I due amici avevano quindi pedinato l’auto del presunto amante e dopo averlo seguito fino al parcheggio avevano installato un rilevatore Gps sotto la macchina per spiarlo.

L’auto però era stata confusa e l’intervento dei carabinieri salva anche i due dall’inseguimento dell’auto sbagliata: la Smart apparteneva ad una coppia e il cerchio di accuse e diffidenze reciproche avrebbero portato ad un vortice di gelosie reciproche senza fine.