diredonna network
logo
Stai leggendo: Allarme bomba: in realtà è il Gps installato da un marito geloso

Perché Katie Holmes e Jamie Foxx non potevano mostrare il loro amore in pubblico

L'amore per Mariangela Melato: "Ci siamo amati per tutta una vita, anche da lontano"

I papà morirono l'11 settembre: "Abbiamo ricostruito il nostro cuore insieme "

Fedez: "L'amore su Instagram VS l'amore nella vita reale"

Ryanair: tutti i voli cancellati e cosa fare se c'è anche il tuo

Lady Gaga, ricoverata per fibromialgia: "I dolori mi impediscono una vita normale"

William Pezzulo, sfigurato con l'acido dalla ex: "La violenza non ha sesso"

Caterina Balivo: "Perché ho chiamato mia figlia Cora"

"Sono diventata mora, ho tolto tacchi e lenti: così ho fatto carriera"

Ecco One Step 2: la mitica Polaroid è davvero tornata

Allarme bomba: in realtà è il Gps installato da un marito geloso

La gelosia a volte è talmente forte che porta a gesti estremi... che fortunatamente si rivelano anche buffi.
gelosia-uomo

 

Nel parcheggio di un ipermercato della Capitale è scattato l’allarme bomba. Una paura immediatamente rivelatasi infondata dato che altro non era che un goffo tentativo di un marito geloso. La vigilanza si era accorta che due uomini, prima di dileguarsi, avevano applicato un dispositivo con delle batterie nella parte posteriore di una macchina. Subito è scattato l’allarme con l’arrivo di carabinieri e artificieri. 

Il rischio bomba è stato immediatamente scongiurato. Grazie alle immagini e al rilevamento del segnale tramite una sim card i militari della Compagnia di Tivoli sono risaliti a due persone riprese nel video: due italiani, uno dei quali convinto che la moglie lo tradisse. I due amici avevano quindi pedinato l’auto del presunto amante e dopo averlo seguito fino al parcheggio avevano installato un rilevatore Gps sotto la macchina per spiarlo.

L’auto però era stata confusa e l’intervento dei carabinieri salva anche i due dall’inseguimento dell’auto sbagliata: la Smart apparteneva ad una coppia e il cerchio di accuse e diffidenze reciproche avrebbero portato ad un vortice di gelosie reciproche senza fine.