diredonna network
logo
Stai leggendo: Il consiglio delle star: Pensateci, prima di tirare l’acqua in bagno.

La maledizione della lotteria: "Ero più felice prima di vincere al Gratta e Vinci"

Svelate le date di uscita di Frozen 2 e Il Re Leone live action

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Il mio ragazzo ha un tumore al cervello. Dovrei sposarlo?"

Stealthing, il pericoloso "trend" sessuale dello stupro "invisibile": "Sono stata violentata senza accorgermene"

I genitori vogliono continuare la battaglia. Il giudice: "Stop alle cure, deve morire con dignità"

"Buon viaggio piccola Aliena": l'addio di Laura Pausini alla nipotina di 3 anni

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

"Figlia mia, sopravvivo solo per darti giustizia". Parla la mamma di Tiziana Cantone

A terra con 32 coltellate. "Ho sposato l'uomo che mi ha salvata dall'ex violento"

Il consiglio delle star: Pensateci, prima di tirare l'acqua in bagno.

Matt Damon dichiara: "basta, non vado più in bagno", e così dichiara la sua volontà ad aiutare tutti coloro che nel mondo non dispongono di acqua potabile e gabinetti.
water

 

Il protagonista dell’ action  movie (prima versione) The Bourne Identity, lancia un appello a favore di tutti coloro che nel mondo non dispongono di acqua potabile e di servizi sanitari.

Sul sito dell’organizzazione Water.org, fondata da Damon nel 2009, è stato caricato un video in cui appunto il bel attore dichiara al mondo intero, che lui non andrà più in bagno, o meglio, tirerà molto meno l’acqua del vaso sanitario, fino a quando una parte della popolazione mondiale sarà carente di acqua potabile e servizi annessi.

[banner_centrale]

Ogni anno infatti, nei Paesi in via di Sviluppo, sono 3 milioni e 400 mila i decessi legati alle scarse condizioni igieniche. Spesso si tratta di bambini,che muoiono al ritmo di uno ogni 21 secondi per colpa di infezioni prese bevendo acqua “cattiva”.

L’attore chiede, con l’occasione, una donazione alla sua associazione, che costruisce pozzi e servizi sanitari in Etiopia, Kenya, Bangladesh, Haiti, Uganda ed India: “con 25 dollari si dona ad una persona l’acqua che gli servirà per tutta la sua vita”.

Aiutamolo dunque, a dare una mano ai Paesi più poveri.

www.water.org