diredonna network
logo
Stai leggendo: Idee contro la crisi: cuciamo la cintura giapponese (Obi)

Blu Niagara, il colore dei matrimoni e della primavera 2017

5 modi per avere vestiti nuovi senza spendere un capitale

Perché questo abito di Primark è in vendita su Ebay al doppio del suo prezzo

Motivi primavera/estate 2017: nuova linea e capsule collection ispirata a Coachella!

Costumi Goldepoint 2017: sfilata e collezione dalle atmosfere seventies

Tempo di togliere i collant, non le calze a rete: come abbinarle

Borse O bag 2017: vi presentiamo la nuova collezione primavera estate!

"Ieri mi ha detto che sono bellissima": la lettera della moglie malata al marito

Vampiri energetici: come riconoscerli e imparare a difenderti da loro

La maledizione della lotteria: "Ero più felice prima di vincere al Gratta e Vinci"

Idee contro la crisi: cuciamo la cintura giapponese (Obi)

La crisi si sente, innegabile. Ma voi avreste tantissima voglia di sfoggiare qualcosa di nuovo: un accessorio, un vestitino... Che poi, si sa, fa pure bene all'umore!In questo articolo vi insegno a cucire un OBI BELT, la cintura da Kimono giapponese!
obi

C’è chi pensa che il cucito sia una cosa da vecchiette incartapecorite che vivono sui monti. E c’è chi immagina Coco Chanel chiusa nel suo laboratorio a ideare capi che hanno fatto la storia. Come sempre, è la via di mezzo a vincere: dedicarsi alla sartoria fai da te è un ottimo modo non solo per mettere alla prova la propria creatività ma anche per sfogare la propria passione per i vestiti. Ah, last but not least: si risparmiano un sacco di soldi!

Io ho cominciato a cucire 4 anni fa, più o meno per caso. Frequentavo l’università e lavoravo part time: non avevo molti soldi ma mi sarebbe piaciuto poter sfoggiare più spesso qualche abito nuovo.

Un giorno, in un supermercato vidi una macchina da cucire molto economica (si trovano modelli “per uso domestico” anche a 75/100 €) e decisi che sarebbe stato il mio regalo di compleanno. E, da lì, amore. Taaaanto amore!

 Comunque, oggi ho deciso di presentarvi un progetto semplice ma d’effetto: quello dell’OBI BELT.

obi bianca (2)

 L’Obi è tradizionalmente usato per chiudere i Kimono con la duplice funzione di cintura e di stringi vita: un accessorio versatile che fa comodo a tutte (chi si sente soddisfatta del proprio punto vita alzi la mano)! Ne esistono svariati modelli e realizzare quelli più semplici è davvero alla portata di chiunque.

Cominciamo dando un po’ di numeri: il mio Obi si compone di 3 pezzi. La parte laterale comincia bassa ed è più alta al centro, in modo da sottolineare la vita con decisione. Le due fasce laterali sono più strette e lunghe di quella centrale, per poterle comodamente annodare. Qui un pessimo schemino riassuntivo:

 

how to - obi belt

 Le misure sono indicative: potete fare parti laterali ancora più lunghe (in caso vogliate chiuderle facendo un fiocco e non un semplice nodo) e il tutto potrebbe sicuramente essere più alto! Ed ora, via!

 

Prendiamo la stoffa con cui intendiamo realizzare la cintura, metro, riga e squadra, spilli e forbici.

 

In primis, dobbiamo tagliare le strisce laterali della lunghezza e dell’altezza desiderata. Prendiamo riga e squadra e diamoci da da fare!!

Attenzione: non sempre la stoffa è dritta! Per aiutarvi a “metterla a squadra” ed evitare dei pasticci, vi consiglio di fare una piccola incisione nella cimosa (la parte laterale: la individuate perché è tessuta in modo diverso e spesso ci sono delle scritte), vicino al bordo superiore e inferiore.

Quindi, prendete un filo e tiratelo: sfilandosi, lascerà nel tessuto un solco che potrete utilizzare come tracciato per il taglio.

 

A questo punto, disegniamo e tagliamo la parte centrale, su stoffa doppia (così le due metà risultano identiche!): partiamo da un’altezza pari alla metà di quella delle strisce laterali e aumentiamo.

 

 

 

Pieghiamo a metà le fasce laterali e cuciamo lungo il lato lungo, a circa 3/4 mm di distanza dal bordo (le scanalature poste sulla piastra della macchina da cucire ci aiutano ad andare dritte).

 

Rivoltiamo i due tubi di tessuto: mettiamo una spilla da balia ad un’estremità e, spingendola, facciamola riemergere da quella opposta! Diritto contro diritto, cuciamo anche i bordi lunghi della fascia centrale. Rimangono aperti i due “buchi” di destra e sinistra. Adesso assembliamo i 3 lati: pieghiamo verso l’interno i bordi aperti della fascia centrale (circa 1 cm)in modo che le parti sfilacciate non si vedano. Prendiamo una fascia laterale e infiliamola per circa 1 cm nel buco di destra. Facciamo lo stesso con il “buco” di sinistra.

 

Appuntiamo il tutto con un paio di spilli e cuciamo con un punto dritto.

Ci siamo quasi! Muniamoci di ferro da stiro e passiamo il nostro Obi, aprendolo per bene.

 

Per essere sicuri di non dover ripetere l’operazione ad ogni futuro lavaggio (ma anche per rinforzarlo!) impunturiamolo: quando è ben aperto, fissiamo tutti i lati con qualche spillo e cuciamo con un punto dritto abbastanza largo.

Ecco come dovrebbe risultare:

 

9 dettagli impuntura

 

Ed eccola indossata: che ne pensate? Io ne ho realizzata anche una variante in nero!

 

obi nera (2)

 

 

obi nera (1)