5 Alimenti Insospettabili da non Mangiare

  • consigli

Ecco 5 alimenti che quotidianamente sono presenti sulla nostra tavola che andrebbero eliminati perchè dannosi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Siamo italiani e la buona cucina fa parte del nostro bagaglio culturale.

Ci piace mangiare nonostante, soprattuto noi donne, siamo sempre a dieta. Esistono però degli alimenti che andrebbero banditi dalle nostre tavole e non stiam parlando solo di bibite gassate, junk food o cibi ipercalorici. Sono stati scoperti anche 5 alimenti insospettabili che è meglio eliminare.

Ecco quali sono e, soprattutto, perché è meglio evitarli:

Il dado (o brodo pronto)

dado

Il dado è spesso utilizzato per dare sapore a ciò che in natura un sapore non ha.

Esistono almeno 10 buoni motivi per eliminarlo dalla vostra lista della spesa:

  1. Contiene glutammato. Il glutammato è un esaltatore di sapidità, ovvero un additivo che aggiunge sapore agli alimenti. La letteratura sulla nocività di questa sostanza è controversa, sembra comunque che un uso eccessivo porti a forme allergiche caratterizzate da mal di testa, arrossamenti ed asma. Esistono però delle confezioni che riportano la dicitura: senza glutammato e sono assolutamente da preferire.
  2. È grasso. Il secondo ingrediente del dado è grasso di origine animale o vegetale. La nocività del grasso, soprattutto in dosi eccessive è indubbia.
  3. È artificiale. Il dado è uno degli alimenti di sintesi per eccellenza. Gli ingredienti stessi non sono mai di origine naturale per praticità o per questione di costi.
  4. Ha ingredienti di scarsa qualità. Gli ingredienti del dado vengono estratti chimicamente da scarti di produzione animale (ossa, frattaglie e altri scarti) e vegetale (oli di oliva, colza, palma, ecc.).
  5. Fa male alla salute. Il dado è un additivo ipercalorico e povero di sostanze nutritive. L’uso intensivo agevola quindi l’insorgere di malattie legate all’ipertensione e all’obesità.
  6. Copre i sapori. La funzione del dado è quella di esaltare il sapore o meglio dare sapore a qualcosa che ne ha poco. Tutto quello che contiene dado tende ad avere lo stesso sapore omologato, tipico delle produzioni industriali o del cibo distribuito dai fast food. 
  7. Crea abitudine. L’abitudine al sapore del dado rende i sapori naturali men appetibili e spinge quindi ad un suo uso maggiore. Abitua inoltre al sapore dei prodotti industriali che fanno un uso massicio di questi eccipienti.
  8. Ha un alto impatto ambientale. Il dado è prodotto con ingredienti plurilavorati, che hanno richiesto quindi molta energia per essere prodotti. Hanno inoltre un packaging molto complesso che ha un alto impatto nello smaltimento.
  9. È diseducativo. Il dado è utilizzato da chi preferisce faticare meno in cucina a discapito della propria e dell’altrui salute. Abitua ad un’alimentazione scorretta e in contrasto con  i più diffusi principi nutrizionali.
  10. Uccide la cucina. La cucina è fatta di sapori diversi e dell’abilità di combinarli mescolando gli ingredienti con abilità. Il dado è una scorciatoia per dare artificialmente sapore ad una pietanza. Per questo motivo il suo uso distrugge una cultura secolare qual’è la nostra cucina.

Commenta

Leggi anche:

  • Ultime discussioni dal confessionale

  • Argomento