diredonna network
logo
Stai leggendo: Essere piatta le rovinava la vita. Il Servizio Sanitario Nazionale le regala un seno nuovo

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

Cynthia Nixon come "Miranda": da Sex & The City alla politica

Look da fata dai capelli turchini per Rihanna

Il papà denuncia la mamma no-vax: la parola passa al tribunale

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

Il messaggio di Emma per l'amica Stefy, la mamma di Bea

Scuola: al via i Licei brevi, 4 anni invece di 5

È morta la mamma di Bea, la bambina prigioniera del suo corpo

Questo è il primo emoji della storia: ha 3700 anni la "faccetta" più antica

Itzel, la ragazza di 15 anni che ha ucciso il suo stupratore, è stata assolta

Essere piatta le rovinava la vita. Il Servizio Sanitario Nazionale le regala un seno nuovo

Josie Cunningham non riusciva a vivere bene perchè piatta. Il suo seno nuovo (e sproporzionato) è stato finanziato dal Servizio Sanitario Nazionale.
seno-nuovo

La 22enne Josie Cunningham ha realizzato il suo sogno: un seno nuovo, grande e soprattutto finanziato dal Servizio Sanitario Nazionale quindi dal contribuente. Jodie ha dichiarato al medico di famiglia che l’essere piatta le procurava un enorme stress emotivo e il desiderio di un seno abbondante, non era per lei solo un capriccio estetico, ma una vera e propria necessità per la sua salute psichica.  

 “Le mie tette nuove hanno cambiato la mia vita, ora voglio essere la nuova Katie Price”, la modella alla quale Jodie cerca di somigliare il più possibile. I medici non han mai visto una cosa simile, e han creduto immediatamente alla giovane quando è scoppiata a piangere, spiegando che l’essere piatta le rovinava la vita.

(Ora questa scusa potremmo utilizzarla noi tutte coppa A.)