diredonna network
logo
Stai leggendo: Voglia di scappare? Ecco 5 Paesi Esotici in cui si può vivere con 350€ al mese

Essere pagate per viaggiare: come si diventa Hotel Tester e quanto si guadagna

Animalier: dal leopardato al maculato, come indossare la tendenza urban jungle!

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Questo hotel ha dedicato la sala da Tè alla Bella e alla Bestia: ecco perché vorrete andarci

Oysho presenta l'anteprima primavera/estate 2017: scopriamo Midnight romance

Quest'uomo ha speso 80mila dollari in chirurgia plastica per diventare come Britney Spears

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Voglia di scappare? Ecco 5 Paesi Esotici in cui si può vivere con 350€ al mese

Il caos e la crisi vi rendono la vita impossibile? Ecco come cambiare vita con pochi euro al mese.
(foto:Web)

È noto: vivere nelle grandi cittàanche se non sono vere e proprie metropoli – ci porta a sopportare il caos giornaliero, lo smog quotidiano e una buona dose di stress alla fine di ogni giornata.

Fino a qualche anno fa, la nostra consolazione era quella di avere un’occupazione stabile che ci permetteva di tollerare i lati negativi della città ed apprezzare quelli positivi: ma ora? Il lavoro non c’è, la crisi si espande a macchia d’olio, il potere d’acquisto diminuisce a vista d’occhio…insomma, la solita litania!

Ecco che ultimamente sempre più italiani avrebbero tanta voglia di evadere dal Bel Paese per scappare su qualche isola esotica, abbracciati dalle onde del mare, coccolati dal caldo sole e viziati dall’ombra delle palme: impossibile?

No, abbandonare l’ormai caotica, stressante e frustrante vita da città non sembra una missione impossibile e non è un’alternativa esclusiva per i nababbi.

Opentravel ha selezionato cinque luoghi esotici dove si riesce a vivere con 350 euro al mese!

Con i pochi soldi messi da parte si potrebbe davvero cambiare vita e scegliere di abbandonare tutto per un luogo esotico da sogno, dove immaginiamo tutte le persone, sicuramente con le loro difficoltà quotidiane, ma effettivamente felici e sorridenti! Per chi non volesse farsi scappare questa occasione, le possibili mete sono Thailandia, Cambogia, Filippine, Belize e Costa Rica.

5 – BELIZE

San Pedro ha delle bellissime spiagge, clima sub-tropicale e dopo i 45 anni siete già pensionabile. Il Retired Person’s Incentive Program vi consente uno stile di vita tax free. Il costo di un appartamento in affitto costa circa 210 euro mensili.

(foto:Web)

4 – THAILANDIA

Nella Zona di Chian Maii prezzi non sono più alti di 30 euro al mese e se ci si avvicina alla bellissima costa intorno ai 60.

(foto:Web)

3 – CAMBOGIA

In Cambogia lo stile di vita è molto diverso, e il costo della vita è uguale se non migliore di quello Thailandese. Spiagge incantevoli e incontaminate. Un vero e proprio prozac per mente e corpo.

(foto:Web)

2 – FILIPPINE

Manila è forse un po’ costosa, ma nella zona di Cebu, si può affittare un appartamento con circa 100 euro al mese. E se a Belize si va in pensione a 45 anni, qui addirittura 10 anni prima, con un deposito di 50mila dollari in una banca filippina. Dopo i 50 anni bisogna avere un deposito di 10mila dollari e fornire la prova di una pensione di 800 dollari al mese per i singoli o di 1000 per una coppia. Una casa all’interno di un complesso con campi da golf, spiagge e tanti negozi, costa circa 100 euro al mese.

(foto:Web)

1 – COSTA RICA

La Costa Rica è sicuramente la meta più ambita.Si può scegliere tra 12 zone climatiche diverse così da accontentare tutti. A San José, per esempio, il costo della vita è tra i più bassi al mondo. Fuori città si vive ancora meglio: basti pensare che al ristorante si cena con meno di 4 euro e per questi motivi la Costa Rica è stato classificato migliore Stato al mondo per felicità media della popolazione.

(foto:Web)

E voi, care lettrici e cari lettori, quale meta scegliereste?