diredonna network
logo
Stai leggendo: Gucci e le borse a deforestazione zero

Borse in neoprene, la nuova frontiera della moda?

Il tema del Met Gala 2018 è davvero molto molto controverso

CaféNoir autunno/inverno 2017-2018: tutti i pezzi della nuova collezione!

Dimmi come porti la borsa e ti dirò chi sei

I "roller-tacchi" di Saint Laurent sono realtà (e hanno un prezzo!)

Zara collezione autunno/inverno 2017/2018: i capi che non possiamo non comprare

Borse con frange: i modelli da avere e le anticipazioni per l'autunno/inverno 2017!

Assomigliamo ai nostri nomi: uno studio lo dimostra

La lezione di Peter, amputato fa acroyoga con la protesi

"Chi ha paura dell'uomo nero?": quel tweet di Rita Pavone e il "Papa musulmano"

Gucci e le borse a deforestazione zero

Gucci crea la prima linea al mondo di borse a deforestazione zero.
gucci-eco-sostenibile

Il mondo della moda è sempre più sensibile alla questione ecologista. Questa volta tocca a Gucci cha ha deciso di intraprendere un’iniziativa davvero green.

In collaborazione con Green Carpet Challenge e la sua fondatrice, Livia Firth, verrà realizzata la prima linea di borse al mondo a deforestazione zero. Cosa significa deforestazione zero? La pelle utilizzata per le borse arriverà dall’Amazzonia evitando la deforestazione dell’ambiente naturale.

livia-firth-gucci-ecosostenibile

Con la Gucci Green Carpet Handbag Collection, presentata ieri sera all’Ambasciata del Brasile di Parigiin occasione della settimana della moda, si dà il via ad una nuova definizione degli standard di certificazione nel campo della tracciabilità e dell’ecologia.

Per realizzare tutto ciò le organizzazioni coinvolte nell’iniziativa eco hanno creato, in Brasile, una catena di fornitura certificata, la quale assicura che dall’ allevamento dell’ animale sino alla lavorazione della pelle, non venga intaccato in alcun modo l’ecosistema della foresta Amazzonica. Ogni borsa possiede un suo passaporto nel quale c’è tutta la sua storia: dalla nascita del vitello al prodotto finito. Le borse sono realizzate con pelli provenienti da allevamenti certificati dalla Rainforest Alliance, che stabilisce il rispetto di criteri ambientali, di giustizia sociale e di allevamento etico del bestiame.

VIVA LA ECOMODA!