diredonna network
logo
Stai leggendo: San Valentino: Ecco Come Viene Festeggiato nel Resto del Mondo!

San Valentino: Ecco Come Viene Festeggiato nel Resto del Mondo!

In Italia è tradizione passare la serata (chi può l’intera giornata) con il proprio amato, magari regalando cioccolatini o un gioiello, ma anche negli altri stati del mondo si festeggia questa ricorrenza. Andiamo a vedere più da vicino come!
San Valentino: le tradizioni dal mondo per la festa degli innamorati
Fonte: Web

San Valentino è considerato il patrono degli innamorati grazie a una leggenda. Si racconta infatti che egli fu il primo religioso a celebrare il matrimonio tra un legionario pagano e una giovane cristiana. Nel 496 d.c. la chiesa istituì la festa di San Valentino per celebrare l’amore e sostituire la festa pagana dei lupercalia (ricorrenza in onore del Dio Fauno protettore del bestiame ovino e caprino dall’attacco dei lupi).

Un film romantico, una cena a lume di candela, canzoni d’amore come sottofondo, un regalo inaspettato; è così che le più sentimentali immaginano il giorno degli innamorati in Italia. Siete curiose di sapere come nel mondo si festeggia San Valentino?

  • Giappone: in questa giornata le vere protagoniste sono le donne che, secondo tradizione, devono regalare dei cioccolatini, rigorosamente fatti a mano, ai rispettivi compagni. Questi prelibati dolcetti inoltre possono essere donati anche a colleghi di lavoro o compagni di scuola in segno di amicizia. La tradizione inoltre vuole che gli uomini devono ricambiare il regalo ricevuto un mese dopo, il 14 marzo, detto anche “White day”, in questo caso i cioccolatini dovranno essere esclusivamente bianchi!
  • Corea del Sud: i festeggiamenti qui sono uguali a quelli giapponesi, ma il 14 aprile, giorno noto come “Black day”, chi non avesse ricevuto nulla il 14 febbraio e il 14 marzo si dovrà recare in un ristorante, mangerà spaghetti al nero di seppia lamentandosi e rattristandosi della propria solitudine. Che tristezza!
  • Brasile: nella terra della samba San Valentino è completamente ignorato per via dell’importanza assunta dal Carnevale, e quindi viene festeggiato il 12 giugno, alla vigilia di Sant’Antonio che è il protettore dei matrimoni. La tradizione vuole che le donne nubili portino con sè durante la giornata una statuetta del santo a cui rivolgere le proprie speranza di trovare al più presto marito.
  • Stati Uniti: qui i festeggiamenti coinvolgono tutta la famiglia. Infatti in questa giornata si celebrano i legami affettivi in toto. Particolarmente coinvolti sono i bambini, che preparano bigliettini da scambiare con i compagni e da regalare ai genitori e alle maestre. Ovviamente nell’era di internet negli Stati Uniti spopolano le e-card.
  • Spagna: è tradizione che in questa giornata sia l’uomo a regalare un mazzo di rose rosse alla propria innamorata. Evviva gli spagnoli!
  • Russia: pare che in alcune regioni della Russia e in alcuni stati dell’ex Unione Sovietica il governo sia intervenuto ufficialmente per esprimere la propria contrarietà rispetto alla ricorrenza dato che non è attinente ad alcuna festività ufficiale ortodossa.
  • Australia: qui i festeggiamenti sono molto simili a quelli italiani, sebbene nella terra dei canguri siano soprattutto gli uomini ad acquistare romantici bigliettini d’auguri con i quali esprimere i sentimenti alla propria amata.
  • Finlandia ed Estonia: in questi due paesi il 14 febbraio è chiamato “Il giorno degli amici”, per questo motivo è più usuale festeggiare in compagnia che con una cena tete-a-tete a lume di candela.
  • Slovenia: qui la festa degli innamorati si posticipa al 12 marzo, giornata di San Gregorio, dato che il 14 febbraio è il giorno in cui si inizia a lavorare nei campi.
  • Romania: il giorno di San Valentino è chiamato “Dragobete” e cade con 10 giorni di ritardo rispetto ai festeggiamenti italiani, ossia il 24 febbraio. Nella mitologia rumena Dragobete è il figlio di Baba Dochia, che rappresenta l’impazienza degli uomini nell’attesa dell’arrivo della primavera.
  • Cina. in questo paese è l’uomo a far da padrone il giorno di San Valentino comprando fiori e cioccolatini alla donna. Esiste inoltre una tradizione più antica chiamata “La notte dei sette” che cade ad agosto. Durante questa festa le donne nubili mostrano pubblicamente le loro arti domestiche nella speranza di trovare un compagno.
  • Iran: la festa degli innamorati si chiama “Sepandarmazgan” e si celebra il 17 febbraio. Il governo preferisce che non venga festeggiato il giorno di San Valentino, ma sembra che i ragazzi e le ragazze più giovani lo facciano ugualmente scambiandosi di nascosto piccoli pensieri e cioccolatini.
  • Arabia Saudita: purtroppo qui i festeggiamenti di San Valentino sono stati ufficialmente banditi dal governo nel 2008.
  • Thailandia: Nella terra del sorriso ci si riunisce a festeggiare la feste degli innamorati solo ed esclusivamente quando si è presa la decisione di sposarsi.