diredonna network
logo
Stai leggendo: Mara Venier: “Quel grande dolore quando io e Renzo Arbore perdemmo un figlio”

Mara Venier: "Quel grande dolore quando io e Renzo Arbore perdemmo un figlio"

Mara Venier e il suo aborto spontaneo: la conduttrice ha richiamato alla memoria il luttuoso evento che risale all'epoca della sua relazione con Renzo Arbore.
Mara Venier
Fonte: Instagram @ mara_venier

Cosa rappresenta l’aborto spontaneo nella vita di una donna? Si tratta di un evento tanto drammatico da provocare un dolore inimmaginabile. Se ne parla sempre troppo poco, ma a volte, come in questo caso, l’argomento torna alla ribalta poiché interessa una celebrità. La celebrità in questo caso è Mara Venier, che ha rievocato un tristissimo evento dal passato, cioè quando perse il bambino che aspettava da Renzo Arbore, con cui all’epoca aveva una relazione di lungo corso. L’evento luttuoso presenta degli strascichi ancora oggi e lo si può notare dal fatto che finora fosse rimasto un segreto.

Mara Venier ha scoperchiato il vaso di Pandora mentre era ospite da Maurizio Costanzo a l’Intervista. Durante il popolare talk show, la bionda conduttrice ha raccontato questo lato oscuro della sua relazione con l’artista foggiano. Che rappresentò un grande dolore, naturalmente per entrambi. Forse, in questi casi, tendiamo sempre a immedesimarci con la donna, ma quando una storia è basata sull’amore, è naturale che entrambi avessero delle attese nei confronti di quella gravidanza che si è interrotta, che non è mai giunta al termine.

Una gravidanza interrotta molto avanzata… un grande dolore per tutti e due […] – ha spiegato Venier a Costanzo, come riporta Vanity Fair – Naturalmente oggi c’è un rapporto di affetto enorme e di stima, però Renzo… è un po’ resistente a vedermi.

Immaginiamo soltanto, anche chi tra noi abbia avuto “soltanto” delle minacce di aborto sa cosa significa la paura di poter perdere il proprio bimbo. A gravidanza molto avanzata significa che i due artisti probabilmente avranno già iniziato a pensare al nome, avranno già iniziato a immaginare la loro vita a tre. È struggente, lo comprendiamo bene. Forse solo chi ha passato qualcosa del genere capirà davvero.

Mara Venier
Fonte: Web

Non sono stati dati troppi dettagli quindi della triste vicenda. Tuttavia Mara Venier è stata incalzata da Costanzo in altri ambiti della sua vita. E il dramma, un altro dramma, è riemerso. Si tratta della morte della madre Elsa, che è scomparsa nel 2015. Da allora, a quanto pare, la conduttrice non riesce più a tornare nella sua città, Venezia, perché viene travolta dai ricordi. Venier ha spiegato che l’amore di sua madre è stato unico – come molte di noi potremmo dire delle nostre madri – per cui il suo dolore è comprensibilissimo.

Finiamo spesso per pensare che la vita delle celebrità sia tutta rosa e fiori. Mara Venier poi è stata un’icona della televisione italiana, quasi una sorella per varie generazioni di telespettatori, che sono rimasti affascinati dalla sua verve, dalla sua simpatia e dal suo entusiasmo. Dopo l’Intervista di Costanzo, il pubblico ha anche conosciuto questi nuovi aspetti nascosti della vita della conduttrice. Non la guarderemo con occhi diversi, ma forse avremo ancora più affetto per lei, adesso che abbiamo scoperto come i suoi drammi siano così comuni ai nostri. Un aborto o la perdita di un genitore rappresentano storie comuni, storie di sofferenza ma che possono generare comprensione tra chi le ha vissute in prima persona.

Naturalmente, ci sono anche delle luci nella vita di Mara Venier, oltre che delle ombre. Figli e nipotini incarnano questa grande luce. I figli di Venier sono la più celebre Elisabetta Ferracini e Paolo Capponi. I nipotini si chiamano invece Giulio e Claudio, il primo ha 15 anni mentre il secondo è un neonato. Venier ha raccontato inoltre di essere stata una madre purtroppo assente, presa da mille e mille impegni lavorativi. Non può più recuperare il tempo perduto, la conduttrice ne è consapevole e l’ha infatti spiegato al talk show, ma riesce a godersi i nipotini che sono a tutti gli effetti la sua grande gioia.

Sono stata una mamma incasinatissima, giovane… – ha chiosato infine la Venier – Sono mancata, dovevo lavorare, i cambiamenti di vita… Ho commesso degli errori però ho amato immensamente e amo immensamente i miei figli. Ma quando si diventa mamme a 17 anni, diventa tutto molto complicato.