diredonna network
logo
Stai leggendo: Cynthia Nixon come “Miranda”: da Sex & The City alla politica

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

Look da fata dai capelli turchini per Rihanna

Il papà denuncia la mamma no-vax: la parola passa al tribunale

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

Il messaggio di Emma per l'amica Stefy, la mamma di Bea

Scuola: al via i Licei brevi, 4 anni invece di 5

È morta la mamma di Bea, la bambina prigioniera del suo corpo

Questo è il primo emoji della storia: ha 3700 anni la "faccetta" più antica

Itzel, la ragazza di 15 anni che ha ucciso il suo stupratore, è stata assolta

Non lo assume e lui la minaccia: "Ti stupro, ti sfregio con l'acido, ti uccido"

Cynthia Nixon come "Miranda": da Sex & The City alla politica

Secondo il Wall Street Journal la bella Miranda Hobbes di Sex and the City potrebbe approdare in politica.
Fonte: americantheatre.org

Miranda Hobbes è stato il chiaro esempio della donna in carriera in Sex & The City.
Laureata in giurisprudenza presso l’Università di Harvard è un avvocato di successo, fiera del suo lavoro e dei risultati ottenuti dopo anni di studio e di sacrifici.

Ebbene, Cynthia Nixon, l’attrice che durante la serie tv e i film seguenti la interpreta, non sembra poi così lontana dal suo personaggio.
A darci la notizia è il Wall Street Journal, che, secondo una sua indiscrezione, ha dichiarato che i Liberal starebbero pensando proprio all’attrice come nuovo Governatore di New York per il novembre 2018.

Cynthia Nixon è una forte attivista della comunità LGBT e ferma oppositrice della politica attuata da Donald Trump.

La donna supporta da mesi Bill De Blasio, sindaco di New York, insieme alla moglie Christine Massari. È forse per questo motivo che si è pensato a lei per questo nuovo ruolo?

C’è da ricordare che molti dei suoi ultimi confronti hanno visto protagonista Andrew Cuomo, Governatore uscente proprio di New York, per la sua politico filo repubblicana e per non aver investito nella scuola pubblica.

Ci sarà forse un altro nome da aggiungere alla lunga lista di celebrità del grande schermo sbarcate in politica?