diredonna network
logo
Stai leggendo: Radio Maria trasmette musica metal e rock

Cassidy, violentata a 13 anni suicida a 15: in questa lettera il suo ultimo desiderio

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Violentata a 7 anni dal compagno della madre. Il processo dura 20 e l'accusa cade in prescrizione

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Radio Maria trasmette musica metal e rock

Radio Maria per qualche minuto trasmette la musica di System Of A Down, Megadeth e Cannibal Corpse, band celebri tra gli amanti del genere metal e hard rock. A cosa è dovuta questa inaspettata conversione musicale?
radio-maria

Avete presente Radio Maria, la radio cattolica italiana che inspiegabilmente prende dappertutto, anche se voi foste in un bunker a centinaia di metri sotto terra e nel posto più sperduto del globo (d’altronde le vie del Signore sono infinite)? Qualche giorno fa, verso ora di pranzo, durante una pausa pubblicitaria del programma “A pranzo col corpo di Cristo“, agli ascoltatori di Radio Maria dev’essere  andato un boccone di traverso. Il motivo è semplice: all’improvviso sono passati ben tre brani di musica heavy metal e hard rock, nello specifico Hangar 18 dei Megadeth, Toxicity dei System Of A Down e Hammer smashed face dei Cannibal Corpse.

Mi spiace deludervi ma in realtà non si è trattato di una svolta metal-rock di Radio Maria, ma solo di una serie di “sfortunati” eventi dovuti ad un errore umano: il sistema centrale sarebbe infatti andato in tilt, trasmettendo i brani di una chiavetta USB inserita in uno dei computer. La chiavetta in questione sarebbe stata di proprietà di un dipendente della radio, il quale dopo l’accaduto avrebbe dichiarato di preferire la sua musica alla noiosa cantilena delle preghiere  che la radio trasmette giornalmente.
Beh una cosa è certa, questo diversivo avrà dato una botta di vita ai fedeli – non proprio giovanissimi- ascoltatori della radio!