diredonna network
logo
Stai leggendo: Smettere di fumare prima dei 44 anni regala 9 anni di vita

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

Cynthia Nixon come "Miranda": da Sex & The City alla politica

Look da fata dai capelli turchini per Rihanna

Il papà denuncia la mamma no-vax: la parola passa al tribunale

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

Il messaggio di Emma per l'amica Stefy, la mamma di Bea

Scuola: al via i Licei brevi, 4 anni invece di 5

È morta la mamma di Bea, la bambina prigioniera del suo corpo

Questo è il primo emoji della storia: ha 3700 anni la "faccetta" più antica

Itzel, la ragazza di 15 anni che ha ucciso il suo stupratore, è stata assolta

Smettere di fumare prima dei 44 anni regala 9 anni di vita

Chi fuma vive dieci anni in meno, ma gli anni "persi" con il vizio delle sigarette si possono recuperare in fretta smettendo il prima possibile.
Autosave-File vom d-lab2/3 der AgfaPhoto GmbH
Smettere di fumare è salutare. Non è una novità, ma uno studio sul New England Journal of Medecine afferma che fumare fa perdere in media almeno 10 anni di vita. Dieci anni che, se si abbandonano le sigarette, si possono recuperare: non è mai troppo tardi per perdere il vizio. Chi smette tra i 35 e i 44 anni può riprendersi 9 dei 10 anni persi e chi smette prima dei 35 cancella ogni rischio di morte prematura.
Più si va avanti con l’età meno sono gli anni recuperati, ma meglio tardi che mai.

Donne e uomini corrono gli stessi rischi. Chi fuma difficilmente riesce a spegnere le 80 candeline. Smettere non elimina il rischio di cancro ai polmoni  ma diminuisce quello di malattie cardiache. Il rischio di morte per le donne che fumano è molto più alto che in passato.
E sono di più.