diredonna network
logo
Stai leggendo: Smettere di fumare prima dei 44 anni regala 9 anni di vita

La maledizione della lotteria: "Ero più felice prima di vincere al Gratta e Vinci"

Svelate le date di uscita di Frozen 2 e Il Re Leone live action

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Il mio ragazzo ha un tumore al cervello. Dovrei sposarlo?"

Stealthing, il pericoloso "trend" sessuale dello stupro "invisibile": "Sono stata violentata senza accorgermene"

I genitori vogliono continuare la battaglia. Il giudice: "Stop alle cure, deve morire con dignità"

"Buon viaggio piccola Aliena": l'addio di Laura Pausini alla nipotina di 3 anni

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

"Figlia mia, sopravvivo solo per darti giustizia". Parla la mamma di Tiziana Cantone

A terra con 32 coltellate. "Ho sposato l'uomo che mi ha salvata dall'ex violento"

Smettere di fumare prima dei 44 anni regala 9 anni di vita

Chi fuma vive dieci anni in meno, ma gli anni "persi" con il vizio delle sigarette si possono recuperare in fretta smettendo il prima possibile.
Autosave-File vom d-lab2/3 der AgfaPhoto GmbH
Smettere di fumare è salutare. Non è una novità, ma uno studio sul New England Journal of Medecine afferma che fumare fa perdere in media almeno 10 anni di vita. Dieci anni che, se si abbandonano le sigarette, si possono recuperare: non è mai troppo tardi per perdere il vizio. Chi smette tra i 35 e i 44 anni può riprendersi 9 dei 10 anni persi e chi smette prima dei 35 cancella ogni rischio di morte prematura.
Più si va avanti con l’età meno sono gli anni recuperati, ma meglio tardi che mai.

Donne e uomini corrono gli stessi rischi. Chi fuma difficilmente riesce a spegnere le 80 candeline. Smettere non elimina il rischio di cancro ai polmoni  ma diminuisce quello di malattie cardiache. Il rischio di morte per le donne che fumano è molto più alto che in passato.
E sono di più.