diredonna network
logo
Stai leggendo: Smettere di fumare prima dei 44 anni regala 9 anni di vita

Cassidy, violentata a 13 anni suicida a 15: in questa lettera il suo ultimo desiderio

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Violentata a 7 anni dal compagno della madre. Il processo dura 20 e l'accusa cade in prescrizione

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Smettere di fumare prima dei 44 anni regala 9 anni di vita

Chi fuma vive dieci anni in meno, ma gli anni "persi" con il vizio delle sigarette si possono recuperare in fretta smettendo il prima possibile.
Autosave-File vom d-lab2/3 der AgfaPhoto GmbH
Smettere di fumare è salutare. Non è una novità, ma uno studio sul New England Journal of Medecine afferma che fumare fa perdere in media almeno 10 anni di vita. Dieci anni che, se si abbandonano le sigarette, si possono recuperare: non è mai troppo tardi per perdere il vizio. Chi smette tra i 35 e i 44 anni può riprendersi 9 dei 10 anni persi e chi smette prima dei 35 cancella ogni rischio di morte prematura.
Più si va avanti con l’età meno sono gli anni recuperati, ma meglio tardi che mai.

Donne e uomini corrono gli stessi rischi. Chi fuma difficilmente riesce a spegnere le 80 candeline. Smettere non elimina il rischio di cancro ai polmoni  ma diminuisce quello di malattie cardiache. Il rischio di morte per le donne che fumano è molto più alto che in passato.
E sono di più.