diredonna network
logo
Stai leggendo: WhatsApp: ecco come inviare messaggi vocali anche a chi non può ascoltarli

WhatsApp: ecco come inviare messaggi vocali anche a chi non può ascoltarli

Sapevate che WhatsApp vi permette di dettare messaggi vocali trasformandoli poi in messaggi di testo? Il meccanismo è davvero molto semplice, ecco come funziona per i vari sistemi operativi.
Fonte: web

 

I messaggi vocali sono davvero una gran bella invenzione, c’è poco da dire. Non sono lunghi o impegnativi come una telefonata, e non richiedono il tempo necessario che invece necessariamente si deve impiegare per scrivere un messaggio di testo. Si schiaccia il tasto microfono, si parla, e il gioco è fatto; soprattutto poi quando una persona è impegnata in altre attività, ma ha urgenza di comunicare qualcosa, ecco che l’invenzione risulta davvero comodissima.

Del resto, WhatsApp ci ha abituate bene a poter gestire come meglio crediamo le nostre conversazioni con amici o familiari, migliorando nel tempo le proprie caratteristiche, dalla possibilità di silenziare i gruppi un po’ troppo “vivaci” fino alla videochiamata.

Ma non sempre il destinatario dei nostri messaggi vocali ha la possibilità di ascoltarli sul momento; se fosse, ad esempio, impegnato in una riunione di lavoro, o fisicamente impossibilitato a sentire ciò che gli abbiamo inviato, dovrebbe per forza di cose rimandare l’ascolto del messaggio a un momento di maggiore tranquillità; beh forse poche di voi lo sanno, ma la previdente app di messaggistica istantanea ha pensato anche a questo. Come? Attraverso pochi semplici passaggi con cui è possibile letteralmente dettare il proprio messaggio vocale, che viene automaticamente trasformato in testo dal dispositivo. Insomma, come se avessimo uno stenografo sempre a portata di mano.

Naturalmente ogni sistema operativo prevede un modo diverso per dettare messaggi da trasformare in testo; vediamo dunque come funziona per i vari iOS, Android eccetera.

1. Dispositivi iOS

Fonte: web

Per tutti gli smartphone che operano con iOS, come ad esempio I-phone, è sufficiente rivolgersi a Siri, l’assistente personale. Occorrerà anzitutto premere il tasto Home o pronunciare la frase “Hey Siri“, dopodiché dovrete pronunciare il comando “Inviare messaggio WhatsApp“. Siri ci chiederà quindi prima il nome del destinatario e poi il messaggio da inviare. Infine dovremo confermare tutto con il comando Invia.

Fonte: web

2. WhatsApp

Fonte: web

Se fossimo già sull’applicazione,  andiamo sul campo dove dobbiamo scrivere il messaggio per far comparire la tastiera; a sinistra della barra Spazio vedremo il tasto col microfono, che dovremo toccare. A questo punto non dobbiamo fare altro che pronunciare il nostro messaggio per dettarlo in WhatsApp e confermare poi l’invio toccando l’icona con la freccia, quella che utilizziamo di solito per i messaggi di testo.

Fonte: web

3. Dispositivi Android

Fonte: web

In questo caso possiamo usare l’assistente vocale di Google, toccando l’icona del microfono dalla schermata Google Home oppure pronunciando il comando “Ok Google“. L’assistente vocale si metterà quindi in ascolto, e noi dovremo pronunciare il comando “Invia messaggio WhatsApp“. Anche in questo caso ci verrà chiesto di pronunciare prima il nome del destinatario e poi il messaggio da inviare, quindi basterà toccare il tasto Invia. Se invece siamo dentro WhatsApp, tocchiamo sempre il campo di immissione del testo per far apparire la tastiera, e tocchiamo l’icona col microfono presente nella barra di suggerimento delle parole subito sopra la tastiera virtuale (quindi non quella di WhatsApp per il messaggio vocale). Dettiamo il  messaggio e inviamo.

Fonte: web