diredonna network
logo
Stai leggendo: Rivoluzione IKEA: dite addio alle viti e alla mitica brugola. I mobili si montano così

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

La vita in Nord Corea: "A 9 anni ho visto giustiziare una donna per aver visto un film di Hollywood"

"Questa è mia figlia poco prima di morire": il disperato gesto di un padre contro il bullismo

Perdono i genitori in una settimana: il mondo si mobilita per pagare il mutuo ai tre fratelli

"Lui, il grande fotografo, che mi fotografava bambina e mi stuprava"

Oroscopo dal 9 al 15 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Vorresti sposare mio marito?": la toccante lettera di Amy, prima di morire di cancro

Il dramma dei bacha-bazi: i bambini schiavi sessuali che ballano vestiti da femmina

Rivoluzione IKEA: dite addio alle viti e alla mitica brugola. I mobili si montano così

Ma quant'è difficile montare i mobili IKEA? Da adesso non più: è arrivato un metodo rivoluzionario che vi farà dire addio alle viti e alla mitica brugola!

Amiamo i mobili IKEA grazie al loro aspetto minimal ed elegante, ma c’è una cosa che proprio non sopportiamo, possiamo metterci tutto l’impegno del mondo ma… non riusciremo mai a montarli! Ogni volta che ci proviamo due ore diventano tre, poi quattro, poi cinque… insomma, siamo proprio negate! Ma diciamo la verità, la colpa non è nostra, la colpa è la loro che rendono le cose più difficili.

Pare che IKEA abbia capito che è arrivata l’ora di cambiare le carte in tavola e di realizzare un metodo nuovo, oseremmo dire quasi rivoluzionario per montare i suoi mobili. E finalmente possiamo dire addio alle viti e alla mitica brugola perché sono arrivati i mobili che si assemblano in maniera facile e veloce.

Questa svolta rivoluzionaria consiste nell’inserimento di un innovativo perno a cuneo che scorre e si blocca in un’apposita fessura, così non ci serviranno più le odiosissime viti e gli attrezzi (ed è anche meno pericoloso, soprattutto per chi non ha molta dimestichezza con questo tipo di lavori).

Così facendo, i produttori risparmieranno su costi e sulle risorse e noi… sul mal di testa! Ma vogliamo spezzare una lancia a favore del colosso svedese. Pare infatti che l’azienda avesse già avvertito da un po’ di anni questo disagio tra i suoi clienti, tant’è vero che aveva già programmato il perno nel 2014 sul set Stockholm cabinet e, visti i risultati positivi, hanno voluto svilupparlo ulteriormente.

L’ultimo modello IKEA con la tecnologia del perno a cuneo è il tavolo Lisabo, che ci ha subito conquistate (si monta in pochissimi minuti):

Il direttore di IKEA Jesper Brodin è stato intervistato da Dezeen e ha rivelato qualche chicca in più su questo nuovo metodo:

“I nostri mobili contengono generalmente un bel po’ di accessori. Nel corso del tempo ci sottoponiamo a delle sfide e siamo molto interessati a farlo. Al momento siamo in fase di attuazione, vogliamo permettervi di assemblare i mobili in un solo click.”

Il perno a cuneo non richiede nessun tipo di colla particolare, può essere montato e smontato più volte senza il rischio che perda la sua integrità strutturale. Ciò significa che i prodotti dureranno più a lungo e, secondo Brodin, sono più adatti allo stile di vita moderno. Ecco perché:

“Al giorno d’oggi, le persone si muovono molto di più, ci sono più traslochi, ci sono più divorzi. Quindi, se verrai buttato fuori di casa di mattina, potrai montare il tuo tavolo di pomeriggio.”

Eh beh, il suo ragionamento non fa una piega. Nonostante il lancio di questa idea innovativa, Brodin ha ammesso che non verrà applicata su tutti i mobili, in quanto alcuni seguiranno il metodo di assemblaggio tradizionale. E aggiunge:

“Molto probabilmente ci saranno alcune cose che si assembleranno normalmente, ma vogliamo rendere le cose più facili e divertenti.”

Aspettavamo questa notizia da talmente un sacco di tempo che avevamo quasi perso le speranze; adesso abbiamo una ragione in più per amare IKEA. Saremo sicuramente le prime che coglieranno l’occasione al volo.

Che ne pensate di questa bellissima idea? Anche voi la stavate aspettando?