diredonna network
logo
Stai leggendo: Sesso per un milione di like su facebook

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

La vita in Nord Corea: "A 9 anni ho visto giustiziare una donna per aver visto un film di Hollywood"

"Questa è mia figlia poco prima di morire": il disperato gesto di un padre contro il bullismo

Perdono i genitori in una settimana: il mondo si mobilita per pagare il mutuo ai tre fratelli

"Lui, il grande fotografo, che mi fotografava bambina e mi stuprava"

Sesso per un milione di like su facebook

Due amici scherzano su facebook: "se arrivo al milione di like, lei verrà a letto con me". In meno di 24 ore, grazie al tifo del web, la missione è stata compiuta.
un-milione-like

Inizia tutto come un gioco. Durante una festa Petter Kverneng fa il cascamorto con la sua amica Cathrine che lo rifiuta e lo provoca: “Vengo a letto con te se riesci ad ottenere un milione di like su facebook”. Prendendola sportivamente, il ragazzo lancia l’appello tramite un cartellone giallo e posta la foto sul suo profilo.

In meno di 24 ore: obbiettivo raggiunto! Hanno tifato tutti per lui: “Ragazzo – ha scritto uno dei suoi sostenitori – fatti una doccia e preparati, perché stasera toccherai il Paradiso con un dito”. Uno scherzo che ha attirato anche la stampa e il giovane si è visto quindi “costretto” a spiegare il divertente fatto. In realtà lo scatto doveva essere semplicemente ristretto a lui e alla sua cerchia di amici, non immaginava sicuramente di ottenere tutto quel consenso da ogni parte del mondo. Catherine manterrà la promessa anche se ha chiesto di rimuovere la foto su facebook.

Mossa piuttosto inutile dato che ormai la foto in questione fa già parte del mondo web senza nessun filtro per la privacy.

In ogni caso: Petter hai vinto tutto!