diredonna network
logo
Stai leggendo: Commessa di Victoria’s Secret rivela “9 cose per cui è terribile lavorare in questi negozi”

Commessa di Victoria's Secret rivela "9 cose per cui è terribile lavorare in questi negozi"

Non è mai facile essere una commessa, neppure quando si lavora per un colosso come Victoria's Secret: non sempre i clienti sono rispettosi, e allora una lavoratrice ha voluto raccontare tutto online.

Fare la commessa non è un lavoro facile. Sono tantissime le problematiche che investono la categoria e neppure quando si lavora per un grande marchio si finisce per passarsela tanto bene. Perché molto spesso non c’è rispetto per le commesse: ci sono clienti che entrano a cinque minuti dalla chiusura e indugiano senza acquistare, oppure che rovinano la merce senza poi curarsene o infine che chiedono l’impossibile. In rete proliferano di queste esperienze, tra blog e pagine social, ma uno degli apporti più interessanti all’argomento è la dissertazione che una commessa di Victoria’s Secret ha condotto su Imgur con il nickname zebracakes210. La dissertazione è stata ripresa da BoredPanda.

Victoria’s Secret è il celeberrimo marchio di biancheria intima, che vanta delle testimonial eccezionali, da Bella Hadid a Kendall Jenner.

Ci sono negozi di Victoria’s Secret in tutto il mondo, ma scommettiamo che molte commesse, anche di diversi negozi o marchi, si saranno riviste in questa lista, tanto comuni sono queste mancanze da parte dei clienti.

1.Macchie sulle mutandine

Victoria's Secret
Fonte: Pixabay

Di solito, tutti i negozi di biancheria intima e costumi da bagno chiedono ai clienti che la prova avvenga con le proprie mutande addosso, e Victoria’s Secret non fa differenza. Ma non tutti rispettano la richiesta e le commesse si ritrovano a piegare mutande su cui trovano degli umori disgustosi.

2. Abusare del cambio merce

Tra le storie peggiori raccontate dalla commessa di Victoria’s Secret ci sono quelle dell’abuso di cambio merce. Una volta, una donna ha riportato indietro 3 reggiseni visibilmente consunti: ha dato noie a tutti, sebbene il manager del negozio cercasse di venirle incontro, anche se lei non aveva lo scontrino. Alla fine, le commesse hanno notato delle strane macchie sulle coppe dei reggiseni: la cliente li aveva utilizzati durante l’allattamento.

3. Bimbi urlanti al seguito di mamme maleducate

Victoria's Secret
Fonte: Pixabay

Una volta ha il suo ingresso in negozio una famiglia di 12 persone tra mamma, nonna, sorella e figli al seguito, con un carico di pollo fritto. La commessa ha dovuto riscontrare che queste persone avevano rovinato circa 200 dollari di merce, tra macchie e puzza di frittura. Come se non bastasse i bambini correvano e urlavano tra gli espositori.

4. Madri che non si curano dei bimbi

Un’altra volta, una madre ha impiegato un tempo interminabile alla cassa, nonostante il figlio si lamentasse dicendo che non si sentiva bene. A un certo punto, la commessa ha sentito un gran rumore, è corsa verso il piccolo, scoprendo che aveva vomitato, sporcando tutto. La cliente se n’è andata subito dopo senza chiedere neppure scusa o offrirsi di aiutare a ripulire.

5. La fumatrice

Victoria's Secret
Fonte: Pixabay

A pochi minuti dalla chiusura ha fatto il suo ingresso una donna con uno spinello in mano. Le commesse hanno cercato di aiutarla il più possibile, anche perché tremava e sussurrava cose insolite. A un certo punto la sua borsa si è aperta lasciando intravedere al suo interno anche delle droghe pesanti. Quando la commessa se c’è accorta, la donna è scappata.

6. Come Samantha di Sex & the City

Questo episodio ricorda molto qualcosa che farebbe Samantha. Una donna di mezza età si è provata la lingerie in camerino e poi ha continuato il suo shopping… indossandola.

7. Consigli hard

In un’occasione, un ragazzo ha chiesto a un’altra commessa di consigliargli cosa acquistare. E poi di provare tutto per vedere se fosse andato bene. Inutile dire che si trattava di biancheria decisamente osé. E inutile dire cosa gli ha risposto la malcapitata.

8. Anziani arzilli

Victoria's Secret
Fonte: Pixabay

C’era un uomo che era un cliente abituale: ogni settimana acquistava qualcosa per la sua uova fiamma, ogni settimana una diversa. La commessa non vuole giudicarlo, pensa che sia un brav’uomo sulla sessantina, ma non era certo discreto sulle proprie prodezze sessuali.

9. Senza pudore

Gli anziani hanno talmente tanta consapevolezza di non essere più sexy come un tempo, che certe volte non se ne preoccupano più. Come questa coppia di clienti: lui, 85enne, ha accompagnato lei a scegliere un reggiseno, e lei si è spogliata nel bel mezzo del negozio per provarlo, come se niente fosse.