diredonna network
logo
Stai leggendo: Uomo condannato per aver detto “terrone” alle vicine di casa

Disneyland Paris è alla ricerca di... cattivi. Se lo sei, manda il tuo cv

Quei bambini perduti che, ogni anno, spariscono nel nulla

Quello che le influencer non ci dicevano (ma ora sono obbligate)

La Balena Felice e la Pink Whale contro Blue Whale, il gioco del suicidio social

Maturità: 6 trucchi per ricordare quello che si studia

"Ho lasciato che mia figlia cambiasse sesso a 4 anni e ne sono felice": la storia di Kai e di mamma Kimberly

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Cristian Fernandez: il bambino che rischia l'ergastolo

Maturità 2017, ecco le date degli esami e cosa c'è da sapere

Tenta il suicidio l'ex che ha sfigurato Gessica Notaro con l'acido

Uomo condannato per aver detto “terrone” alle vicine di casa

Un pensionato di Varese insulta due donne e le apostrofa come “terrone” nel corso di una lite per un parcheggio. Il giudice lo ha condannato per razzismo.
terrone

 

Qualche anno fa un sessantenne pensionato di Besozzo (Varese), durante le classiche liti da vicinato per futili motivi (un posto auto in questo caso), aveva apostrofato le sue vicine di casa, una donna e sua figlia originarie di Salerno, come “terrone” – termine che da molti è considerato un appellativo offensivo. Le donne lo avevavo a quel tempo querelato per le parole e l’epiteto poco carini che erano stati loro rivolti: “terrone di m****”, “siete una categoria di m****”,  “te sei andata alle scuole dei terroni”.

E finalmente arriva la sentenza: l’uomo è stato riconosciuto colpevole di discriminazione razziale, poichè avrebbe usato il termine “terrone” in maniera offensiva, intendendo dire che le vicine in quanto originarie del sud Italia, apparterrebbero ad una razza inferiore. Adesso dovrà pagare una multa di 400 euro e dovrà versare alle due donne ben 2mila euro per risarcimento danni con l’accusa di ingiuria e l’aggravante della discriminazione razziale.

Scusate la poca imparzialità, ma ben gli sta!