diredonna network
logo
Stai leggendo: Microdermal: il piercing punto luce per farsi notare!

Per la serie orrori fashion: arrivano i Clear Knee Mom Jeans

Yamamay Sempre Perfetta 2017: capi, colori e novità. Scopritele con noi!

Collane Tiffany: le più famose e tutte le nuove proposte 2017!

Questa campagna Zara ha fatto infuriare molte persone

Costumi Yamamay 2017: ecco un'anteprima della Summer Collection!

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Microdermal: il piercing punto luce per farsi notare!

Se sogni da sempre di fare un piercing ma ti manca il coraggio, il microdermal piercing è la soluzione perfetta per te! Scopri di cosa si tratta, come farlo e in quale parte del corpo indossare l'accessorio gioiello del momento!
Microdermal

Avete sempre desiderato di fare un piercing, ma non avete mai avuto il coraggio di andare fino in fondo per paura del dolore, rigetto e qualche strana infezione? Tutti motivi più che validi, certamente. Ma se esistesse un particolare tipo di piercing praticamente indolore (o quasi!), con bassi rischi di infezione, senza problemi di irritazione e da posizionare in qualsiasi parte del vostro corpo, anche laddove pensavate fosse impossibile? Stiamo parlando del microdermal, il piercing punto luce che può essere la soluzione a tutti i vostri problemi!

D’ora in poi non avrete più scuse per tirarvi indietro! Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sul piercing più in voga del momento!

Cos’è il microdermal?

Microdermal

L’arte del piercing è più antica di quanto si possa immaginare, risale infatti all’epoca preistorica e serviva ad attribuire ad ogni membro della tribù una sua precisa identità. Dunque sin dalle origini l’uomo sentiva il bisogno di decorare e abbellire il proprio corpo praticando dei piccoli fori sulla pelle, poi ricoperti da metalli e pietre preziose. Una pratica tramandata fino ai giorni nostri.

Nella società moderna il piercing ha però assunto una diversa connotazione: strumento di ribellione e di rifiuto delle convenzioni sociali praticato dalle sottoculture giovanili (hippy punk, ad esempio). Dopo il boom degli anni ’90, questa tendenza ha vissuto una fase di declino. Salvo poi tornare prepotentemente in auge negli ultimi anni (ma se n’era davvero andato?) con una grande novità per tutti gli amanti del genere: il microdermal!

Il microdermal è un particolare tipo di piercing sottopelle, un vero e proprio accessorio fashion evoluzione del più classico piercing che, a differenza di questo, può essere applicato in qualsiasi parte del corpo, perfino su tempie, zigomi, spalle e… in moltissimi altri punti un tempo inaccessibili! Un piccolo punto luce con cui vestire il proprio corpo, da sfoggiare in ogni occasione per non passare inosservate!

Come si applica il microdermal?

Microdermal

Se avete finalmente preso coraggio e avete deciso di farvi il microdermal piercing, dovete assolutamente sapere come viene effettuato e di quali parti si compone.

È costituito da due parti fondamentali: una placca sottocutanea in titanio (per ridurre al minimo il rischio di rigetto) e un piccolo brillantino applicato esternamente. Trattandosi di un piercing sottopelle, dovrete necessariamente rivolgervi ad un piercer professionista che sia in grado di effettuare perfettamente l’operazione nel rispetto delle norme igienico-sanitarie. Ma niente paura! Si tratta di un piccolo intervento di soli 5 minuti, semplice, veloce e quasi indolore!

Dopo aver disinfettato la parte da trattare, il piercer procederà con l’operazione facendo una piccola incisione sulla pelle attraverso il dermal punch (ago con la punta circolare) per poi inserire a livello sottocutaneo la placchetta a forma di L su cui sarà avvitato il piccolo brillantino. Et voilà! Dopo pochi minuti potrete sfoggiare in tutta sicurezza il vostro piercing gioiello!

Divertitevi a cambiare a vostro piacimento il gioiello che preferite!

Microdermal piercing: cura e controindicazioni

Microdermal

Abbiamo già detto che il microdermal, a differenza di altri piercing, ha molti punti a suo favore: ridotti rischi di rigetto e infezioni e può essere applicato perfino in zone piatte del nostro corpo. Ma come tutti i piercing richiede particolari cure e attenzioni, specie nei giorni immediatamente successivi alla sua applicazione.

Durante la prima settimana bisogna coprire la parte trattata con garze o cerotti, da sostituire ogni volta che utilizzate la soluzione salina per il lavaggio (almeno una volta al giorno). Inoltre dovete ricordare di lavare sempre le mani e fare molta attenzione a non urtare il vostro piercing!

Quanto costa il microdermal?

Microdermal

Un ulteriore vantaggio del microdermal piercing è il costo non elevato: il prezzo si aggira intorno ai 60 euroNon lesinate sul prezzo e ricordate sempre che questo tipo di piercing deve essere effettuato da un piercer serio e professionista che abbia una grande esperienza.

Quindi diffidate da chi vi propone prezzi stracciati o al contrario superiori alla media, perché molto probabilmente potrebbe trattarsi di una truffa.

Microdermal piercing: tutte le parti del corpo in cui farlo

Se vi state chiedendo in quale parte del corpo è possibile fare il microdermal piercing, la risposta è… tutte! Proprio per la sua particolare struttura il microdermal può essere fatto nella zona del corpo che preferite. Quindi largo alla vostra fantasia e sbizzarritevi a vestire di luce il vostro corpo!

Per le più indecise ecco qualche esempio da cui prendere ispirazione!

1. Occhi e tempie

Microdermal

Che ne dite di un piccolo punto luce appena sotto l’occhio oppure sulle tempie?

2. Dita

Microdermal

Oppure su una o più dita della mano come il più brillante dei diamanti? Impossibile non notarlo!

3. Collo e schiena

Microdermal

Se desiderate un piercing discreto allora l’ideale è farlo dietro il collo o sulla schiena magari con dei brillantini colorati! Ma se non avete paura di osare, perché non farlo proprio sulle “fossette di Venere”? Delicato e sensuale!

4. Seno e spalla

Microdermal

Per le amanti delle profonde scollature invece il seno è il punto ideale. E cosa ne dite di un delicato punto luce sulla spalla? Irresistibile!

5. Microdermal decorativi

Microdermal

Per le più temerarie invece il microdermal piercing decorativo è perfetto! Sul fianco come fosse un bustier,  sensuale e appena accennato sulle caviglie o ancora nastrini colorati sui polsi. Avete solo l’imbarazzo della scelta!

Come rimuovere il microdermal?

Microdermal

Se però per qualche strano motivo deciderete di toglierlo, sappiate che trattandosi di un piercing semipermanente non può essere tolto come un qualsiasi altro piercing. La rimozione del microdermal può essere eseguita esclusivamente dal piercer che lo ha realizzato in precedenza.

Dunque come rimuoverlo? Non sarà necessaria alcuna incisione, basterà estrarre il piercing usando un’apposita pinzetta per una rimozione sicura, veloce e indolore!