diredonna network
logo
Stai leggendo: Tommy, il cane che torna in chiesa tutti i giorni dopo il funerale della padrona

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

La vita in Nord Corea: "A 9 anni ho visto giustiziare una donna per aver visto un film di Hollywood"

"Questa è mia figlia poco prima di morire": il disperato gesto di un padre contro il bullismo

Perdono i genitori in una settimana: il mondo si mobilita per pagare il mutuo ai tre fratelli

"Lui, il grande fotografo, che mi fotografava bambina e mi stuprava"

Tommy, il cane che torna in chiesa tutti i giorni dopo il funerale della padrona

La padrona è morta da circa due mesi, ma Tommy non si arrende, ed allo scoccare delle campane per la messa della sera, lui torna in chiesa per cercare di incontrarla nuovamente.
tommy_chiesa1

E’ un pastore tedesco, carinissimo e molto intelligente, il piccolo Tommy. La sua padrona, la signora Maria, è morta da appena due mesi, eppure lui non abbandona il sogno di poterla nuovamente incontrare, e si reca proprio nel luogo, in cui l’ha accompagnata l’ultima volta: la chiesa dove è stato celebrato il suo funerale.

Tommy, è uno dei cani che la signora Maria, aveva raccolto per strada, e di cui si occupava con amore. L’animale, accompagnava sempre la sua padrona alla Messa delle ore 17.00,  presso la parrocchia di San Donaci, un paesino in provincia di Brindisi di settemila  abitanti.

Fino a quando la sua padroncina era in vita, il parroco ha sempre impedito che il cane entrasse in chiesa, ma ora, Tommy ha libero accesso alla funzione, cui si presenta puntualmente ogni sera (richiamato dal rintocco delle campane). Resta in totale silenzio, si accomoda ai piedi dell’altare, ed attende con una speranza che si rinnova ogni volta, di incontrare ancora la sua padrona.

Il parroco della Chiesa, così come gli altri abitanti, hanno adottato il cane, si occupano delle sue necessità e lasciano che prosegua nella sua attesa.

Nel frattempo, tutta la comunità cerca di affidargli tutte le cure e l’amore necessario, che purtroppo la sua sua legittima padrona non potrà più affidargli.

Una dolce storia che rappresenta quanto grande sia il sentimento che spesso ci unisce ai nostri amici a quattro zampe.