diredonna network
logo
Stai leggendo: Feto morto abbandonato in una corsia dell’ospedale

Violentata a 7 anni dal compagno della madre. Il processo dura 20 e l'accusa cade in prescrizione

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Gessica, sfigurata dall'acido: "La strada è lunga, ma tengo duro". Il video messaggio su Facebook

Figli che uccidono i genitori: 7 casi shock

Feto morto abbandonato in una corsia dell'ospedale

Malasanità: feto morto abbandonato per ore in una corsia dell'ospedale.Lo sgomento dei genitori e le scuse del direttore.
feto-abbandonato-corsia

Un feto è nato morto ieri pomeriggio ed è stato dimenticato per ore su una barella di un corridoio dell’ospedale di Ravenna. Immediatamente aperte le indagini per capire il motivo per il quale il feto non sia stato trasferito immediatamente in obitorio.

Secondo le prime ricostruzioni, le ostetriche si sono accertate del decesso del feto e hanno iniziato tutte le pratiche del caso. Nella stanza era presente un altro cadavere che, non se ne conoscono i motivi, ha avuto la precedenza sul feto che è stato poi dimenticato. All’inizio si era ipotizzato che il feto fosse stato abbandonato da ignoti, poi sono emersi i fatti.

Il direttore dell’ospedale, Andrea Neri, si scusa con i genitori, già molto provati. “Voglio precisare però che il corpicino non è mai rimasto in un’area incustodita, anche se si trovava dove non sarebbe dovuto essere” continua. Per far chiarezza sono state sentite diverse persone. Per ora si sa che a spostare il piccolo feto fuori dalla stanza è stato l’addetto all’obitorio a cui però non era stato comunicato sul come muoversi rispetto a quella salma.