diredonna network
logo
Stai leggendo: Sperminator, il donatore di sperma con 22 figli da 18 donne e 1000 richieste in attesa su Facebook

Lady Gaga, ricoverata per fibromialgia: "I dolori mi impediscono una vita normale"

William Pezzulo, sfigurato con l'acido dalla ex: "La violenza non ha sesso"

Caterina Balivo: "Perché ho chiamato mia figlia Cora"

"Sono diventata mora, ho tolto tacchi e lenti: così ho fatto carriera"

Ecco One Step 2: la mitica Polaroid è davvero tornata

Firenze, segrega la figlia per 4 anni e la dà in sposa per 15mila euro

Adam Levine e Behati Prinsloo: "Vogliamo 100 bambini". Per ora annunciano il secondo così

Animoji: con iPhone X le emoji si animano con il tuo volto

Oroscopo dal 14 al 20 settembre - Come sopravvivere alle stelle

Niccolò Ciatti, a un mese dalla morte le parole di Ilaria e l'appello del padre

Sperminator, il donatore di sperma con 22 figli da 18 donne e 1000 richieste in attesa su Facebook

Ari Nigel è un professore di matematica, ma anche un donatore libero di seme. Si fa chiamare Sperminator e dona il suo sperma gratis in giro per il mondo.
Ari Nigel detto Sperimantor
Fonte: Web

Si fa chiamare “Speriminator” ed ha avuto 22 figli da 18 donne diverse. Il suo vero nome è Ari Nigel, professore di matematica residente a New York disposto a donare gratuitamente il proprio seme per consentire a coppie e madri single di avere dei figli. L’uomo ha spiegato durante un’intervista rilasciata in nel programma mattutino britannico This Morning di fare questo “lavoro” da ben diciotto anni e di aver iniziato quando tempo fa una coppia lesbica gli chiese di donare il suo seme per consentirgli di concepire.

Da allora non si è più fermato ed ha messo incinta ben 18 donne. Come avviene l’inseminazione? Secondo quanto ha rivelato Nigel alcune donne preferiscono realizzarla in una clinica, altre invece acconsentono ad un’inseminazione naturale attraverso l’atto sessuale. A renderlo famoso il fatto che sia disposto a donare il suo sperma gratis, ma soprattutto che nella maggior parte dei casi le donne riescano a rimanere quasi subito incinta.

Intervistato da Holly Willoughby e Phillip Schofield nel programma mattutino ha spiegato:

La tempistica è importante – sia per l’ovulazione, ovviamente, ma anche per l’eiaculazione. Non posso farne una dopo l’altra. È tutta una questione di tempi. Penso che sia anche perché sono sempre ben riposato e idratato.

Per l’uomo quella di mettere incinta donne che in altro modo non potrebbero avere figli è diventata in questi anni una vera e propria missione. Non a caso la sua pagina Facebook è invasa da oltre 1000 messaggi di donne che richiedono il suo aiuto per rimanere incinta. Le richieste sono così tante che durante l’intervista l’uomo ha spiegato che una donna lo stava attendendo dietro le quinte perché era in attesa di ricevere il suo sperma per procedere all’inseminazione.

Provo sempre ad accontentare tutte a patto che sia possibile. Certamente a volte può essere difficile, ad esempio ho avuto contatti con una donna che è in Uganda e ha 47 anni, non sapevo come aiutarla. Io di certo non potevo permettermi di volare sino a lì.

Nel frattempo Ari Nigel ha svelato di aver mantenuto ottimi rapporti con quasi tutti i suoi 22 figli. Se le madri lo desiderano infatti il professore di matematica preferisce avere contatti con i bambini che hanno il suo stesso DNA e spesso passa con loro fine settimana, vacanze, compleanni e particolari festività. Nonostante ciò i problemi non sono mancati. L’uomo ha divorziato dalla moglie, con la quale ha tre figli e ha svelato di avere molta difficoltà a vivere una relazione stabile con qualcuno. Poche donne infatti riescono a comprendere questo “lavoro” di Ari e a supportarlo nella sua scelta.

Per me è un problema non riuscire ad avere un’intimità con il partner, quando aiuto le coppie ad avere un figlio non posso eiaculare troppo spesso.

Non solo: sembra che diverse madri abbiano deciso, dopo aver avuto un figlio da Ari Nigel, di chiedergli il mantenimento. Per questo motivo l’uomo ha avuto diversi problemi finanziari ed ha in corso alcune cause. Anche per questo presto smetterà di offrire questo “servizio” su Facebook e si ritirerà dalla scena.

Ho 40 anni non mi ci vedo a fare questa cosa quando avrò 50 anni. Non ho una data né un numero preciso, ma mi fermerò nei prossimi anni.