diredonna network
logo
Stai leggendo: Giudice autorizza vedova ad utilizzare lo sperma del marito.

"Tu rimani un povero handicappato e ne sono contento": il cartello shock

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

Cynthia Nixon come "Miranda": da Sex & The City alla politica

Look da fata dai capelli turchini per Rihanna

Il papà denuncia la mamma no-vax: la parola passa al tribunale

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

Il messaggio di Emma per l'amica Stefy, la mamma di Bea

Scuola: al via i Licei brevi, 4 anni invece di 5

È morta la mamma di Bea, la bambina prigioniera del suo corpo

Questo è il primo emoji della storia: ha 3700 anni la "faccetta" più antica

Giudice autorizza vedova ad utilizzare lo sperma del marito.

Il tribunale di Perth permette ad una vedova australiana di poter utilizzare lo sperma del marito morto suicida per la fecondazione in vitro.

 

Grazie ad un’udienza vera e propria del tribunale di Perth, una vedova australiana ha ottenuto il permesso di poter utilizzare lo sperma del marito morto suicida.

Dopo anni di tentativi, la coppia aveva iniziato un trattamento di fecondazione in vitro per avere un bambino. Il giorno successivo al suicidio la signora aveva chiesto di poter prelevare lo sperma del defunto per conservarlo, ma ciò gli era stato negato. Il tribunale locale ha immediatamente accolto l’istanza e il giudice James Edelman ha stabilito che tali richieste, se fatte da parenti stretti, devono essere soddisfatte, ammonendo l’ospedale e augurando che casi del genere non debbano più ricorrere ad un’udienza.

Le restrizioni verranno applicate solo nel caso in cui una persona muore in circostanze sospette quando sarà necessaria l’approvazione del magistrato che si occupa delle cause e delle circostanze di morte.