diredonna network
logo
Stai leggendo: Melania Rea uccisa dal marito perchè si rifiutò di avere un rapporto sessuale.

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

La vita in Nord Corea: "A 9 anni ho visto giustiziare una donna per aver visto un film di Hollywood"

"Questa è mia figlia poco prima di morire": il disperato gesto di un padre contro il bullismo

Perdono i genitori in una settimana: il mondo si mobilita per pagare il mutuo ai tre fratelli

"Lui, il grande fotografo, che mi fotografava bambina e mi stuprava"

Melania Rea uccisa dal marito perchè si rifiutò di avere un rapporto sessuale.

Shock per il caso Rea e Parolisi. Melania uccisa perchè dominante nel rapporto.
Il gup Marina Tommolini ha inserito oltre 60 pagine di motivazioni alla condanna del caporalmaggiore, Salvatore Parolisi per l’omicidio della moglie Melania Rea. Pare infatti che Melania dopo aver rifiutato di concedersi per un rapporto sessuale con il marito, è stata uccisa per umiliazione. Il “Tempo” rende nota la notizia, ribaltando la figura di Parolisi che da arrogante diventa frustrato. La moglie era una figura dominante nella coppia e Parolisi non lo sopportava. 
Puntare sui tradimenti del caporalmaggiore si è rivelata una mossa sbagliata. Il delitto familiare non è assolutamente collegato ai segreti della caserma o ai tradimenti di Salvatore Parolisi. Il suo rapporto con Ludovica inoltre è considerato una prova inesistente.  
Shock davanti alla spiegazione del terribile gesto: Melania, dovendo fare pipì, si è allontanata dietro al chiosco e il marito vedendola seminuda le avrebbe chiesto un rapporto sessuale. Melania però si è rifiutata ridicolizzando il marito con parole umilianti. L’orgoglio di lui ha reagito, sferrando i primi colpi. L’aggravante di tutto ciò è la totale assenza di pentimento da parte di Parolisi che cerca invece di depistare le indagini.